Andy

"Permetto alle persone di parlare. Non devo più avvicinarmi a loro per sentire ciò che dicono e ho notato che questo atteggiamento cambia il loro modo di interagire con me. Sembrano tutti più a loro agio".

Località: Yorkshire meridionale
Tipo di soluzione: Impianto acustico a conduzione ossea
Processore: Cochlear Baha®4 Connect

Quando aveva circa 50 anni e il suo apparecchio acustico iniziò a causargli infezioni, Andy andò nel panico. Da bambino aveva sofferto di otorrea e a seguito delle cure, l'udito nell'orecchio sinistro si era deteriorato. Ora Andy temeva che la stessa cosa potesse accadere anche all'orecchio "buono".

Non sapeva cosa fare. Andy lavorava in un'acciaieria, un ambiente molto rumoroso che non aiutava certo il suo udito. A casa, Kathryn, la sua compagna dell'epoca, affermava che se avesse continuato ad alzare il volume della TV, anche lei sarebbe diventata sorda da lì a poco tempo.

"Avendo dovuto combattere con i problemi di udito per tutta la vita, ho sviluppato una serie di strategie", spiega Andy, un 58enne che abita a Deepcar, nel sud dello Yorkshire con la fidanzata Kathryn e tre figli.

"Per riuscire a sentire quello che dicevano le persone, ero costretto a invadere il loro spazio personale. Gli amici che mi conoscevano da tempo non erano infastiditi, ma in molti casi potevo notare che la gente era a disagio". I problemi di Andy erano causati da un'otite media cronica suppurativa, un'infiammazione cronica dell'orecchio medio e della cavità mastoidea.

"Avevo un gruppo ristretto di amici. Parlavo sempre a voce alta e quando qualcuno mi rivolgeva la parola lo interrompevo non appena pensavo di capire cosa mi stesse chiedendo. Altre volte non ridevo al momento giusto, perché non avevo capito la battuta di una barzelletta".

Un giorno, un amica di Kathryn suggerì che un impianto acustico a conduzione ossea Baha potesse essere una soluzione adeguata al problema e si offrì di prestare ad Andy una fascia Alice di prova.

Il risultato fu incoraggiante e, a maggio 2012, dopo alcuni test e due settimane di valutazione presso il The Royal Hallamshire Hospital, Andy fu sottoposto alla procedura in day hospital. Non ha mai avuto rimpianti.

"L'intervento è stato molto semplice e rapido. Quando sono arrivato a casa, nel pomeriggio, non provavo alcun dolore", racconta Andy.

Il dispositivo Cochlear™ Baha® 4 Connect venne attivato circa tre mesi più tardi. Andy non ricordava di avere mai avuto un udito migliore. "È stato incredibile. Sentivo i suoni normali, ma mi resi immediatamente conto di quanto fosse rumorosa la stanza. Quando chiesi quale fosse la causa del rumore, mi risposero che era l'aria condizionata.

Mi ricordo di essere sceso al bar dell'ospedale e di essere rimasto lì, seduto, ad ascoltare la gente che parlava. Avevo con me una banana e quando salimmo in macchina la sbucciai per mangiarla. Potevo sentire il rumore della buccia che si staccava e ne ero affascinato"

Insieme all'udito, Andy ha riacquistato anche molta sicurezza in se stesso. È tornato a studiare e ha preso un diploma che gli ha permesso di ottenere una promozione sul lavoro e diventare responsabile della salute e sicurezza.

"Ora posso partecipare alle riunioni, sentire ciò che viene detto ed esprimere la mia opinione.

Permetto alle persone di parlare. Non devo più avvicinarmi a loro per sentire ciò che dicono e ho notato che questo atteggiamento cambia il loro modo di interagire con me. Sembrano tutti più a loro agio".

"Faccio colazione all'aperto, per ascoltare il canto degli uccelli. Non mi ero mai reso conto di quanti ce ne fossero intorno a noi.

"Vorrei invitare tutti coloro che hanno l'opportunità di ricevere questa tecnologia a non esitare. Ha cambiato la mia vita e il modo di interagire e comunicare con gli altri. Inoltre, ora non devo più alzare al massimo il volume della televisione e Kathryn è molto contenta".

Avviso importante

Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. Ti raccomandiamo di discutere ogni informazione con personale medico specializzato di tuo riferimento.Solo il loro consiglio è indicato per la migliore diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Scegliendo un link fra quelli elencati si abbandona il sito di Cochlear Italia s.r.l. per accedere ad un altro sito web. Cochlear Italia s.r.l. non controlla nè rivede il contenuto di altri siti web non riconducibili all’Azienda.Le informazioni a cui potresti accedere potrebbero non essere conformi e violare le Normative vigenti in Italia. L’intento è unicamente di fornire maggiori informazioni, che non devono tuttavia essere intese come consiglio o suggerimento. Raccomandiamo di discutere e valutare ogni informazione medica con personale medico specializzato. Solo il loro consiglio è indicato per le tue condizioni personali.

Brochures e materiale informativo su impianti cocleari e protesi impiantabili

Se vuoi avere maggiori informazioni sugli Impianti Cocleari o su altre tipologie di protesi impiantabili scarica le nostre guide gratuite

Scarica il materiale