Melanie

"Adesso, quando vado alle feste, non me ne sto più in disparte, anzi cerco di parlare con quante più persone possibili e, per la prima volta sento il desiderio di partecipare a discussioni di politica. Grazie ai dispositivi Baha sono nuovamente connessa con il mondo".

Località: Chesterfield
Tipo di soluzione: Impianto acustico a conduzione ossea
Processore: Cochlear Baha®4

Melanie era solita acconciarsi i capelli in modo da nascondere le orecchie: Non voleva che le altre persone vedessero gli apparecchi acustici che indossava da quando aveva cinque anni. Inoltre, cercava di nascondere le frequenti secrezioni di pus dall'orecchio.

Poi, a 46 anni, la vita di Melanie è cambiata. Le è stato applicato il primo di due impianti acustici a conduzione ossea (Baha) di Cochlear. I dispositivi hanno migliorato significativamente il suo udito e hanno ridotto la frequenza delle infezioni causate da un'otite media cronica suppurativa, un'infiammazione cronica dell'orecchio medio e della cavità mastoidea che causa otorrea.

Il cambiamento è stato così radicale che a 50 anni Melanie ha deciso di iniziare a indossare gli orecchini, che ora mostra senza timore portando i capelli dietro le orecchie o legandoli dietro la nuca.

Nel marzo 2011 a Melanie è stato applicato un Cochlear™ Baha® 4 nell'orecchio sinistro, mentre l'impianto a destra è stato applicato a luglio del 2013. In precedenza, l'uso costante di apparecchi acustici aveva aggravato i problemi di infezione, perché le orecchie non avevano modo di asciugarsi. Inoltre, Melanie afferma che, nonostante usasse apparecchi acustici molto potenti e un circuito a induzione, il suono risultava sempre ovattato.

Oggi, a 51 anni di età, questa signora di Chesterfield è tornata a condurre una vita serena, senza la continua apprensione per le infezioni e con un buon udito. "La mia vita è stata rivoluzionata dall'applicazione del secondo Baha. Sento bene e la mia capacità di parlare è migliorata tantissimo. Anche le infezioni si sono ridotte drasticamente e il mio senso dell'equilibrio è migliorato. Nel complesso, questi fattori mi hanno aiutato a vincere tutte le mie insicurezze", afferma.

"Adesso, quando vado alle feste, non me ne sto più in disparte, anzi cerco di parlare con quante più persone possibili e, per la prima volta sento il desiderio di partecipare a discussioni di politica. Grazie ai dispositivi Baha sono nuovamente connessa con il mondo" .

La sua esperienza le ha fornito l'ispirazione per scrivere un libro per bambini che ha come protagonista una ragazza sorda, ma dotata di una tecnologia per l'udito. Inoltre, Melanie sta valutando la possibilità di intraprendere una nuova carriera come assistente audiologica.

In passato ha lavorato come tecnico di radiologia e rimpiange di non avere avuta gli impianti Baha durante gli anni della formazione, quando l'otorrea era un problema serio e costante. "Ero un'adolescente piena di insicurezze. A causa dell'ipoacusia e delle infezioni era difficile per me trovare amici e socializzare, quindi tendevo a isolarmi", ricorda.

Melanie doveva combattere contro infezioni che si presentavano con estrema frequenza, anche una volta al mese. Alla fine degli anni '80 decise di sottoporsi a una mastoidectomia bilaterale per allargare le cavità e agevolarne la pulizia. A quel punto iniziò a informarsi sui sistemi Baha.

Dopo le mastoidectomie, la frequenza delle infezioni si è ridotta, ma comunque tendevano a ricomparire circa una volta ogni sei mesi e inevitabilmente quando Melanie prendeva un raffreddore. "Gli apparecchi acustici mi facevano "sudare" le orecchie", racconta. "Il mio ragazzo del tempo se ne uscì con un commento sul cattivo odore e in quel momento desiderai avere un sistema Baha".

Dopo l'impianto del Baha, Melanie ha iniziato a studiare il gaelico. Nel 2005, dopo il primo Baha, ha preso lezioni di canto e ha iniziato a partecipare alle serate del dilettante. Adora ascoltare la radio mentre guida per andare a trovare le sue amiche.

Avviso importante

Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. Ti raccomandiamo di discutere ogni informazione con personale medico specializzato di tuo riferimento.Solo il loro consiglio è indicato per la migliore diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Scegliendo un link fra quelli elencati si abbandona il sito di Cochlear Italia s.r.l. per accedere ad un altro sito web. Cochlear Italia s.r.l. non controlla nè rivede il contenuto di altri siti web non riconducibili all’Azienda.Le informazioni a cui potresti accedere potrebbero non essere conformi e violare le Normative vigenti in Italia. L’intento è unicamente di fornire maggiori informazioni, che non devono tuttavia essere intese come consiglio o suggerimento. Raccomandiamo di discutere e valutare ogni informazione medica con personale medico specializzato. Solo il loro consiglio è indicato per le tue condizioni personali.

Brochures e materiale informativo su impianti cocleari e protesi impiantabili

Se vuoi avere maggiori informazioni sugli Impianti Cocleari o su altre tipologie di protesi impiantabili scarica le nostre guide gratuite

Scarica il materiale