I pericoli della musica ad alto volume

La musica ad alto volume ha danneggiato l'udito di alcune delle principali rockstar a livello mondiale e anche tu potresti essere a rischio…

Ecco il pantheon del rock: Neil Young, Ozzy Osbourne, Phil Collins, Noel Gallagher, Liam Gallagher, Jeff Beck, Eric Clapton, Pete Townshend, will.i.am… Purtroppo, non è l'elenco degli artisti che si esibiranno a un concerto, ma quello di musicisti di fama mondiale che hanno affermato di avere problemi di udito dovuti alla musica ad alto volume.

Alcuni lamentano solo acufeni, ma per altri il problema è molto più grave. In un'intervista con Larry King sulla CNN, il leggendario chitarrista Eric Clapton ha ammesso di essere parzialmente sordo. "Non sento praticamente più da un orecchio", ha detto a Larry King. Il motivo, ha proseguito, è semplice: "Musica ad altissimo volume".

Anche Pete Townshend, autore e chitarrista dei The Who, incolpa la musica ad alto volume per i suoi problemi di udito. Benché The Who siano entrati una volta nel guinness dei primati per avere suonato il concerto più rumoroso (il 31 maggio 1976 a Londra, dove sono stati misurati 120 dB a 50 metri di distanza), Pete Townshend ritiene che la sua ipoacusia sia dovuta all'"uso delle cuffie nello studio di registrazione".

Le Statistiche presentate da Cochlear mostrano che l'ipoacusia insorge dopo appena sette minuti e mezzo di permanenza davanti a una cassa di un concerto rock. Il 60% dei musicisti della Rock and Roll Hall of Fame soffrono di qualche forma di ipoacusia.

Ciò significa che anche i musicisti non professionisti (e chiunque sia esposto a musica ad alto volume per lunghi periodo di tempo) dovrebbero usare speciali tappi per le orecchie per proteggere l'udito preservando al contempo la qualità del suono e che tutti devono prestare attenzione mentre ascoltano la musica con le cuffiette.

Sei a rischio di ipoacusia?

ESCLUSIONE DI RESPONSABILITÀ

Questo articolo è stato scritto unicamente a scopo informativo. Nessuna delle persone menzionate nell'articolo ha collegamenti con Cochlear o supporta eventuali prodotti Cochlear.